Cessione del Quinto INPDAP

Richiedi il Preventivo Senza Impegno. Compila ora il Modulo Online!

PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO

La Cessione del Quinto INPDAP è un prestito comodo e sicuro che può essere richiesto, dai dipendenti pubblici, statali e  dai pensionati ad un tasso fisso agevolato.

L’ INPS dal 2011 gestisce ed eroga i prestiti ai pensionati e ai dipendenti, ed anche la Cessione del Quinto Inpdap.

cessione del quinto inpdap
cessione del quinto inpdap

Come funziona la cessione del quinto INPDAP nel 2018?

La Cessione del Quinto Inpdap ovvero il finanziamento Inpdap è un prestito non finalizzato, pertanto non occorre motivare giustificare e chiarire la domanda del prestito.

Le rate da rimborsare mensilmente tramite trattenuta in busta paga o cedolino della pensione possono variare per un tempo da 24 a 120 mesi.

L’importo finanziato non può superare un quinto dello stipendio o della pensione al netto mensile. Ciò per garantire a colui che richiede il prestito un livello di vita comunque dignitoso.

La cessione del Quinto INPDAP è classificabile come finanziamento conveniente per cui l’intestatario, non tralascerà mai il pagamento mensile in quanto la restituzione è automatizzata. Infatti la somma verrà decurtata direttamente sullo stipendio/pensione.

Un ulteriore beneficio di rilievo è sicuramente avere la possibilità di fare richiesta della Cessione del Quinto anche in caso di utente con problemi economici, pertanto definito protestato e/o cattivo pagatore.

Come si calcola la rata

Suggeriamo un primo step ovvero di calcolare la cessione del quinto, cosi da avere un primo importo della massima rata che è pari al valore di un quinto dello stipendio o della pensione.

Per calcolare la rata della cessione del quinto Inpdap bisognerà partire da queste condizioni importanti:

  • Escludere trattenute fiscali e previdenziali dall’importo netto della pensione
  • considerare un limite di 1/5
  • L’importo della pensione decurtando la rata del finanziamento non deve essere inferiore alla pensione minima.
  • In caso di recezione di più pensioni, si conteggerà la rata sulla somma degli importi ricevuti.

Esempi di calcolo rata (quota cedibile)

pensione lorda596,50
ritenute fiscali0,00
pensione netta596,50
pensione minima502,39
quota cedibile94,11
*con salvaguardia della pensione minima (€ 502,39 per l’anno 2015), inferiore in questo caso all’importo del quinto = 119,30

 

pensione lorda1.200,00
ritenute fiscali300,00
pensione netta900,00
1/5 del netto180,00
quota cedibile180,00
*con salvaguardia della pensione minima (502,39 per l’anno 2015).

Chi può richiedere una cessione quinto INPDAP

Non è difficile richiedere un finanziamento per mezzo della cessione del quinto Inpdap ma è necessario soddisfare alcuni requisiti:

  • dipendenti statali;
  • dipendenti pubblici;
  • dipendenti para-pubblici;
  • pensionati Inpdap;
  • età compresa tra i 18 e i 64 anni;
  • cittadino italiano;
  • per i lavoratori avere un’anzianità minima di due mesi con contratto a tempo indeterminato;
  • iscrizione alla Gestione Unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali, fondo che l’Inpdap utilizza per fornire direttamente o tramite società finanziarie i finanziamenti

Per i dipendenti le banche e le società finanziarie richiedono un contratto a tempo indeterminato.

Nel caso di contratto a tempo determinato, è necessario che la durata dell’attività lavorativa non sia inferiore al numero di rate quindi al periodo del finanziamento.

Ti potrebbe interessare: Piccolo Prestito Inpdap / Prestiti Inpdap Dipendenti Pubblici

Quanto denaro si può richiedere con la cessione del quinto

Con la cessione quinto INPDAP è possibile richiedere qualsiasi somma di denaro in prestito.

Precisamente, l’ammontare della somma che è possibile richiedere è variabile e dipende dallo stipendio o dalla pensione che si percepisce, ma anche dall’estensione del prestito.

Limite di età e piano di rimborso

Non vi è alcun limite d’età, certamente variano i termini e le condizioni in caso di richiesta ed esempio da parte di utenti over 65, che non daranno la possibilità di ottenere il credito.

In caso di decesso prematuro del beneficiario, sarà la copertura assicurativa a garantire la restituzione della somma pertanto a tutelare i familiari e gli eredi.

Tuttavia, cosi come scritto precedentemente la banca o la società finanziaria può comunque non accettare la pratica, a causa della copertura assicurativa cospicua come l’eventualità di decesso prematuro.

Nel piano di rimborso sono previste due diverse classificazioni di rimborso: rateizzazione in 60 o 120 mesi. Diversamente in convenzione è prevista la possibilità di rimborso in 36, 48, 60, 72 ,84, 96, 108, 120 mesi.

Si ha la possibilità nel caso di più prestiti con cessione del quinto o piccoli prestiti inpdap di contattare una banca convenzionata e valutare un rinnovo cessione del quinto o seconda trattenuta come la delega di pagamento.

 INPDAPBANCA CONVENZIONATA
Limite di età60 anni per le donne e 65 anni per gli uominiUomini e donne entro 85 anni di età
Piano di rimborso60 o 120 mesi36, 48, 60, 72 ,84, 96, 108, 120 mesi
Altri PrestitiNoSi

 

Tempi di erogazione con la cessione del quinto Inpdap

Fare richiesta di un finanziamento per mezzo di un prodotto quale la cessione del quinto Inpdap consente certamente di avere accesso alla somma di denaro necessaria con tassi di interesse indiscutibilmente privilegiati per la convenienza che li caratterizza.

L’importo richiesto, dopo la firma del contratto viene regolarmente erogato in circa una settimana lavorativa, esclusivamente nei casi più complicati sarà necessario attendere circa 2 o 3 settimane.

I tempi di erogazione del prestito con la cessione del quinto Inpdap variano sulla base di diverse casistiche, per esempio nel caso di un eventuale convenzione attiva tra Inps o società finanziaria scelta  dal pensionato o dal lavoratore, ma anche per le differenti tempistiche di inserimento dati delle sedi Inps.

Hai urgenza di ottenere la somma di denaro in prestito? Valuta la cessione del quinto Inpdap in convenzione.

Tassi di interesse cessione del quinto INPDAP

Sotto riportiamo i tassi medi utilizzati dalle banche e dagli istituti finanziari, con il relativo tetto massimo di usura.

Per i pensionati:

Per i dipendenti:

Documentazione necessaria per richiedere la cessione del quinto INPDAP

Di seguito indichiamo i documenti essenziali per la richiesta della cessione del quinto INPDAP:

  • Ultima busta paga o cedolino della pensione;
  • Documento di Identità in corso di validità;
  • Stato di servizio e dichiarazione busta paga;

Nel caso di dubbi sulla cessione del quinto dello stipendio Inpdap, poni le tue domande commentando ed a breve riceverai le delucidazioni richieste.

Cessione del Quinto con Cassa Integrazione Cosa fare in caso di Cessione del Quinto con Cassa Integrazione La cessione del quinto con cassa integrazione avviene quando è in atto la cassa integrazione guadagni (CIG)  che consistente in una pres...
Guida Cessione del Quinto (CQS) Guida Cessione del Quinto (CQS) Guida Cessione del Quinto (CQS) la guida rapida e veloce sul miglior prestito per tutti i dipendenti privati, statali, pubblici, parapubblici, pensionati INPS e INPDAP...
Prestiti Cessione del quinto in caso di segnalazioni crif Può richiedere la cessione del quinto in caso di segnalazioni crif chi è considerato cattivo pagatore? Avendo una segnalazione in Crif, o in altre banche dati, l’unica possibilità di ottenere un prest...
Cessione del Quinto Stipendio e Pensione La Cessione del Quinto Stipendio e Pensione è il prestito con rate fino a 10 anni (o 120 mesi) trattenute direttamente dalla busta paga o dalla pensione, sia che si tratti della cessione del quinto de...
Valutazione
  • Chi può farne richiesta
  • Offerte sul mercato
  • Facilità approvazione
4.3

Riassunto

La Cessione del Quinto INPDAP è un prestito comodo e sicuro che può essere richiesto, dai dipendenti pubblici, statali e  dai pensionati ad un tasso fisso agevolato.

Sending
User Review
5 (1 vote)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *