Prestito per Acquisto Casa

Sei interessato al prestito per acquisto casa? In questo articolo ti spiegherò come fare e soprattutto come poter comprare un appartamento adatto alle tue esigenze.

Dover affrontare le spese per la propria casa è sempre un trauma, specialmente per chi non ha a disposizione liquidità e si ritrova a restringere il più possibile i costi.

Prestito per Acquisto Casa

Come funziona il prestito per acquisto casa?

Già da un po’ di anni è in atto una convenzione tra Abi e la Cassa Depositi e Prestiti. Grazie a quest’ultima potrà avvenire l’erogazione del mutuo, che ti permette di ottenere credito per ristrutturare o comprare un appartamento.

Potrai ricevere il credito online in modo semplificato e veloce. Il Plafond casa appena annunciato, ti permette di accedere a una delle tre tipologie in elenco:

  • Mutuo fino €250.000 per prima abitazione, qualora non ci siano modifiche da fare (o eventuale ristrutturazione);
  • Mutuo fino €100.000 nel caso in cui volessi ristrutturare l’immobile, e migliorare l’efficienza energetica;
  • Mutuo fino a massimo €300.000, in questo caso potrai usufruire di una grossa cifra qualora volessi sia acquistare, che ristrutturare, che migliorare l’efficienza energetica.

Per evitare un eventuale ristrutturazione del debito, il consiglio che ti do è quello di scegliere una durata che ti permetta in un secondo tempo, di poter rimborsare senza problemi economici.

La durata per tale prestito o mutuo (a seconda di ciò che scegli), può essere da un minimo di dieci anni, fino ad un massimo di trent’anni.

Prima casa? Finanziamento alternativo al mutuo

Se stai pensando all’acquisto della prima casa ed hai già la maggior parte del budget, o comunque l’immobile non ha un costo troppo gravoso, puoi certamente optare per questa alternativa che ora ti spiego, rispetto al mutuo.

Questa tipologia di prestito per comprare un appartamento, prevede che tu abbia o che ti serva un importo non superiore ai €50.000. In questo caso è molto conveniente in quanto il credito non è erogato dalle banche, poiché le spese di istruttoria sarebbero più elevate del prestito stesso.

Garanzie richieste

Se da un lato conviene il fatto che non ti vengono richieste particolari garanzie, e nemmeno l’ipoteca sull’immobile, dall’altro lato lo svantaggio è correlato ad un TAEG più pesante rispetto al mutuo.

Viceversa, qualora volessi un importo più oneroso, ti potrebbero essere richieste le seguenti garanzie (per la maggior parte reali):

  • Ipoteca sull’immobile;
  • Fideiussione;
  • Presenza di un garante;

In ogni caso è realmente essenziale avere un reddito che dimostri la propria efficienza creditizia.

Articoli che potrebbero interessartiPrestiti Cambializzati / Prestiti a Cattivi Pagatori / Prestiti personali senza busta paga o garanzie

Elementi che si trovano nel contratto

Durante la stipula del contratto accertati che vengano messi per iscritto, i seguenti elementi:

  • Tasso di interesse applicato;
  • Eventuale presenza di altri oneri in caso di mora;
  • A quanto ammonta e quali sono le modalità del finanziamento;
  • Il numero, gli importi e la scadenza di ogni singola rata;
  • Il TAEG;
  • Quali sono le condizioni analitiche, per cui il TAEG può eventualmente riportare modifiche;
  • Gli oneri (dettagliati) che sono esclusi dal calcolo del TAEG;
  • Le garanzie essenziali;
  • Costi extra legati all’assicurazione, non inclusa nel calcolo del TAEG;

Qualora mancasse uno dei suddetti elementi, ti consiglio di farlo presente a chi di dovere, per evitare spiacevoli sorprese in un secondo momento.

Estinguere anticipatamente il prestito per acquistare casa

Qualora avessi la possibilità di estinguere anticipatamente il finanziamento, il consiglio che ti do è quello di leggere attentamente le condizioni contrattuali, per capire se la società finanziaria lo accetta o meno.

Nel caso in cui lo accettasse, ti informo che per norma di legge ti potrà essere applicata una sanzione, che non dovrà superare l’1% del capitale finanziato. Naturalmente oltre a quest’ultima, dovrai rimborsare il credito che manca per terminare il prestito.

Se dovesse esser superata la soglia dell’1%, allora già parleremmo di usura bancaria, quindi fai molta attenzione a quanto detto.

A chi richiedere il prestito per comprare un appartamento

In Italia sono molte le banche e le società finanziarie, che aderiscono alla convenzione con l’Abi per erogare credito che ti permette di comprare casa.

Eccone qualcuna, tra le più famose:

  • Prestito BancoPosta Acquisto Casa: PosteItaliane offre la consulenza per permetterti di acquistare o ristrutturare casa, la cantina o anche il garage. Importo minimo erogabile €10.000 fino a massimo €60.000 in un’unica soluzione. Anche il tempo del rimborso è molto elastico.
  • MutuoUp Intesa San Paolo: la banca mette a disposizione differenti offerte per te. Se hai meno di 35 anni, ci sono delle interessanti agevolazioni. Tra l’altro potrai ottenere fino al 95% dell’investimento necessario, e con una durata fino a trent’anni.
  • CreditExpress Dynamic di UniCredit: utile nel caso in cui volessi realizzare piccoli progetti, o nel caso in cui tu abbia già una parte del budget a disposizione. Finanziamento ottenibile fino a €30.000 e con un rimborso comodo fino a 84 mesi.
  • Banca Mediolanum: mette a disposizione sia l’opzione mutuo che finanziamento. Tra l’altro ci sono tassi convenienti se hai meno di 35 anni.
  • Findomestic piccoli importi: ti viene incontro se tu volessi acquistare una prima casa, un garage o ristrutturare il tuo immobile. Tra l’altro l’offerta prevede zero costi accessori e il 100% del finanziamento.

Ci sono dubbi? Non sai a chi affidarti? Commenta l’articolo e sarò lieto di darti una mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *