Prestiti tra Coniugi

Hai problemi finanziari e cerchi di ottenere prestiti tra coniugi? Ti spiego in cosa consiste questa forma di finanziamento particolare.

I soldi erogati da un tuo familiare o qualsiasi altro parente che sia, è molto simile al finanziamento grazioso, in entrambi i casi appartengono alla categoria di quelli non formalizzati. Ciò significa che non vi è alcun contratto, ma solo una forma verbale costituita dalla fiducia.

Prestiti tra Coniugi

In cosa consistono i Prestiti tra Coniugi?

Come ti ho accennato, sono prestiti stabiliti tra privati, e sono adatti nel caso in cui ti servissero soldi immediati. Nonostante non siano presenti intermediari finanziari, ti consiglio sempre di provvedere a scrivere una scrittura privata.

“Cos’è una scrittura privata?” Questa è una delle domande più ricorrenti, per chi vuole ottenere soldi tra coniugi. Essa è una forma scritta e regolamentata dalla Legge, che garantisce la parola che viene dettata al momento dell’accordo. Ecco un fac-simile di scrittura privata che potrebbe tornarti utile.

Secondo la legge questa non è una forma di finanziamento adeguata, perciò viene ammessa a patto che non ci siano somme da restituire, e che non ci sia scopo di lucro, come nel caso degli interessi da domandare

Separazione o rapporto instabile? Ecco come ottenere il rimborso

Se il tuo rapporto è instabile, o se sei separato e vuoi ottenere la restituzione della somma di denaro ceduta in prestito, allora devi per forza avvalerti di una prova scritta.

In questo caso fa fede la famosa scrittura privata di cui ti ho già parlato in precedenza. Così per una eventuale sentenza essa sarà una prova, e varrà come se fosse un contratto di mutuo a titolo gratuito, ovvero senza interessi ma solo con la restituzione della somma di denaro finanziata.

Articoli che vorresti leggerePrestiti Inpdap 2016: cosa sono e come ottenerli / Prestito per Acquisto Casa / Finanziamenti Mediaworld Tasso Zero e Non: Caratteristiche e Offerte

Restituzione somme tra coniugi mediante il patrimonio personale

Prima di affrontare questo discorso, indipendentemente dal fatto che siano grossi o piccoli importi, ciò che conta è il regime patrimoniale pattuito al momento della celebrazione del tuo matrimonio.

Qualora ci fosse di mezzo un divorzio, il giudice può comunque decretare la restituzione del capitale finanziato, al momento dello scioglimento della comunione dei beni tra te e il tuo coniuge. Viceversa, qualora ci siano spese essenziali per la famiglia, il giudice può anche farlo in un momento precedente a quest’ultimo.

Al momento del matrimonio, si può optare o per la costituzione del regime della separazione dei beni oppure per la comunione, in ogni caso qualora si cambiasse idea, si può variare il regime patrimoniale anche dopo il matrimonio.

Per farlo, basta recarsi (la presenza dev’essere essenziale sia del marito che della moglie) presso un notaio, e richiedere la modifica del regime patrimoniale, lui stesso si occuperà di annotare e modificare l’atto scelto al momento della celebrazione nuziale.

Finanziamento tra familiari: il vantaggio principale

I vantaggi per chi avvia un prestito di denaro tra familiari o coniugi, sono davvero molti. Tra quelli più allettanti c’è il fatto di non dover dimostrare garanzie, e poi un altro senza alcun dubbio importantissimo, è che non ci sono interessi.

Hai una perplessità? Commenta l’articolo, cosicché ti possa rispondere al più presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *